ITALIA Sì, ITALIA NO: la sfida infinita

La battaglia politica sul referendum sta per volgere al termine, senza che siano stati approfonditi alcuni contenuti fondamentali della riforma costituzionale. Di seguito fornirò alcune risposte in merito, tentando di accompagnarle ad una motivazione poggiata su delle prove, un passaggio eluso da molti durante la campagna elettorale-referendaria.

Prima domanda: La riforma costituzionale garantisce da sola il cambiamento del paese e la stabilità del Governo?
1) La riforma, per definizione, dovrebbe promuovere un cambiamento. Tale cambiamento si attuerebbe con l’eliminazione del bicameralismo perfetto, il meccanismo mediante il quale ogni modifica ad una proposta di legge deve essere approvata da entrambe le Camere.
2) Passando al secondo punto della domanda, secondo i promotori della riforma la stabilità verrebbe garantita dalla eliminazione del cosiddetto voto di fiducia dalle competenze del nuovo Senato.

Mie riflessioni
1a) In realtà non vi è l’eliminazione del bicameralismo perfetto, bensì una sua modifica.
Leggendo l’articolo 55, comma 4 della nuova costituzione, possiamo infatti apprendere che il Senato “concorre all’esercizio della funzione legislativa nei casi e secondo le modalità elencate” dalla Costituzione.
2a) La stabilità di un Governo può essere garantita esclusivamente da una maggioranza parlamentare e, in caso, dall’impossibilità di passare all’opposizione una volta eletto in una coalizione o nel partito che ottenga la maggioranza dei voti: questo non è previsto nella nuova costituzione poiché non è stato modificato l’art. 67 (vincolo di mandato). La sfiducia conferita dal Senato ai vari Governi è il risultato combinato di leggi elettorali differenti per la due camere, della presenza dei Senatori a vita e del passaggio all’opposizione di una parte dei senatori di maggioranza (come accadde per il Governo Prodi 2006-2008 ad opera di Clemente Mastella).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s